2. December 2020

Bitcoin rompe oltre i $10.300 per la prima volta in 8 settimane, l’oro rompe tutto il tempo alto

Intorno alle 02:25 UTC di lunedì (27 luglio), il prezzo dell’oro ha fatto una mossa storica, raggiungendo 1.922,36 dollari l’oncia, il che significa che ha superato il suo massimo storico (ATH) di 1.920,94 dollari, che era stato fissato il 1° settembre 2011, come si può vedere dai grafici dei prezzi di un giorno e di tutti i tempi riportati di seguito.

Attualmente (alle 7:10 UTC del 27 luglio), l’oro a pronti è scambiato a 1.934,12 dollari

Secondo un rapporto di Kitco News, Marc Chandler, chief market strategist di Bannockburn Global Forex, ha dichiarato:

“È difficile parlare di resistenza in prezzi mai visti prima, ma se la nostra visione dei tassi di interesse e la svolta nel ciclo del dollaro è giusta, allora 2.500 dollari potrebbero non sembrare irragionevoli”.

Steven Dunn, responsabile dei prodotti scambiati in borsa di Aberdeen Standard Investments, ha detto a Kitco News:

“La combinazione di un’escalation delle tensioni tra Stati Uniti e Cina e i timori duraturi sull’impatto economico della pandemia del coronavirus hanno fornito molto carburante per questa ondata, e nessuno dei due sembrano destinati a dissiparsi a breve termine… Mentre gli investitori continuano ad affrontare la volatilità e l’incertezza, l’attrattiva di beni rifugio sicuri come l’oro e l’argento non farà che aumentare”.

Afshin Nabavi, responsabile del trading con MKS (Svizzera) SA, ha detto recentemente a Kitco News:

“Ovunque si guardi, il mondo è un casino e questo farà salire i prezzi dell’oro”.

Secondo i dati di CryptoCompare, meno di 90 minuti dopo che l’oro aveva rotto il suo ATH, Bitcoin System, il criptoasset che molti chiamano “oro digitale”, è salito oltre i 10.300 dollari, un livello visto l’ultima volta il 1 giugno, come si può vedere dai grafici dei prezzi a un giorno e a tre mesi mostrati qui sotto.

Allora, qual è il motivo dei raduni che l’oro e la Bitcoin stanno avendo attualmente?

Beh, non possiamo esserne certi, naturalmente, ma ecco alcune spiegazioni plausibili:

  • Il peggioramento della situazione COVID-19 negli Stati Uniti (la CNBC dice che venerdì ha segnato “la prima volta da fine maggio il bilancio giornaliero dei morti è stato superiore a 1.000 per quattro giorni consecutivi”).
  • L’escalation delle tensioni tra Stati Uniti e Cina a seguito di controversie commerciali, la gestione della pandemia COVID-19 da parte della Cina nel gennaio/febbraio scorso e la posizione della Cina nei confronti di Hong Kong.
  • Rendimento “reale” negativo sul Biglietto da 10 anni del Tesoro statunitense.
  • Indebolimento del dollaro USA.

Domenica, il Segretario del Tesoro degli Stati Uniti Steven Mnuchin ha detto durante un’intervista su “Fox News Sunday” che i repubblicani del Senato hanno in programma di presentare lunedì un secondo disegno di legge sul coronavirus che “vale circa 1 trilione di dollari”.

Secondo la CNBC, Vivek Dhar della Commonwealth Bank of Australia ha detto:

“La relazione negativa tra i rendimenti reali a lungo termine degli Stati Uniti e i futures sull’oro ha retto abbastanza bene nel lungo periodo.

“Questo perché quando i rendimenti reali a lungo termine degli Stati Uniti aumentano, l’oro è meno attraente rispetto ai titoli statunitensi fruttiferi, poiché l’oro non ha la capacità di guadagnare reddito…

“Il calo dei rendimenti reali a 10 anni negli USA è dovuto principalmente all’aumento delle aspettative di inflazione a 10 anni negli USA”.

Il co-fondatore e CEO di Kraken, Jesse Powell, ha spiegato un’importante differenza tra l’oro e la Bitcoin: l’offerta della prima è essenzialmente “infinita” considerando la quantità d’oro esistente nello spazio (ma non ancora estratta).

Per quanto riguarda l’aumento del prezzo dei Bitcoin, Vijay Ayyar, responsabile dello sviluppo del business presso la crypto exchange Luno, ha detto alla CNBC che le balene Bitcoin stavano cercando di decidere se vendere alcune delle loro BTC per far scendere il prezzo in modo da poter accumulare più Bitcoin:

“Questo non sembra essere successo… Quello che si sta svolgendo è potenzialmente un ri-accumulo di grandi giocatori, affiancati da piccoli trader nel tentativo di spingere BTC oltre i 10K e più oltre i 10,5K, che è il grande livello di resistenza, dove BTC ha messo per ultimo…

“Non abbiamo ancora superato il livello di 10,5K, se ciò dovesse accadere, BTC sta probabilmente correndo a 15K. Tutti i segnali indicano questo punto”.

Ma forse l’ultima parola dovrebbe appartenere al sempre divertente co-fondatore e CEO di BitMEX, Arthur Hayes, che ha twittato:

È UN FOTTUTO MERCATO DI TORI, SIETE PRONTI?!!!!